ElectroWorld: EBM - Industrial - Electronica

Reply

[21-22/07/2007] Amphi Festival @ Tanzbrunnen - Koeln (DE)

« Older   Newer »
view post Posted on 23/7/2007, 23:35           Quote
Avatar


Group:
Administrator
Posts:
21,474
Reputation:
+67
Location:
Novara / Milano

Status:


Amphi Festival @ Tanzbrunnen - Koeln (DE)
www.amphi-festival.de


Day 1: 21 luglio 2007

Dopo un lungo ed estenuante viaggio notturno in treno, arriviamo in quel di Koeln e nel giro di pochi minuti ci incrontriamo con altri compagni di avventura e partiamo alla volta del Tanzbrunnen.
La location è piuttosto ampia, molto vivibile anche nei momenti di maggiore affollamento, ordinata e razionale.
Bancarelle in abbondanza, buon cibo ed OTTIMA birra allieteranno la nostra permanenza nei due giorni del festival.
Ma partiamo subito con i commenti ai concerti.


Obscenity Trial
Ad aprire le danze sul main stage ci pensano i Obscenity Trial, band attiva dagli inizi degli anni '90 che recentemente è uscita con il loro primo album ed un EP su Infacted Recordings.
Noiosi su disco quanto noiosi dal vivo ma almeno ci provano, cercando di incitare il pubblico e stando sul palco in maniera decente sebbene la loro immagine abbastanza scialba (come la loro musica, d'altra parte) non li aiuti molto.
Snocciolano una mezz'oretta abbondante di synthpop tra cui ovviamente i brani più noti come l'ultimo singolo "Daydream", "Here and Now" e la (pessima!) cover di "Seven Nation Army" mixata con "Sweet Dreams" e se ne vanno senza aver lasciato nessun segno su chi li ha ascoltati... o almeno di certo non su di me.
image image
www.otrial.de | www.myspace.com/obscenitytrial

Xotox
C'è una grande attesa per il concerto di Xotox e lo si vede da subito sia dalla lunga coda che si forma fuori dal second stage, sia dalla ressa che ci sarà poi al suo interno.
Il concerto parte un pò in sordina, sia per la scelta di aprire con una intro (che non conosco) abbastanza tranquilla sia soprattutto per i volumi veramente bassi, del tipo che chi stava a centro palco tra le prime file poteva tranquillamente parlare senza alzare troppo la voce.
Il tempo di un paio di sguardi perplessi e parte "Mechanische Unruhe", dando improvvisamente il via ad un delirio generalizzato tra i presenti.
Pogo feroce, botte e spintoni vari: si comincia a ragionare.
Il concerto è stato breve (35 minuti circa) ma col senno di poi è stato meglio così visti i massacranti ritmi su cui si è mantenuto in seguito.
"Industrial Madness" e la hit (almeno in Germania) "Eisenkiller" i brani che più hanno fomentato la folla.
Performance molto soddisfacente ed anche mr.Xotox il giorno dopo si diceva entusiasta del risultato nonostante l'orario sacrificato.
image image image
www.xotox.info | www.myspace.com/xotox

P.A.L.
Ho seguito il concerto da lontano e me lo sono goduto senza muovermi più di tanto, ricavandone un'impressione molto positiva.
Di tutte le bands "industrial" della giornata i P.A.L. sono risultati quelli meno ballabili e diretti, anche se non sono mancati momenti danzerecci soprattutto sul classicissimo "Gelobnis".
Non essendo un grande estimatore del progetto non posso pronunciarmi più di tanto ma di sicuro è stato un valido spettacolo.
image image
www.ant-zen.com/pal | www.myspace.com/therealpal

Sonar
image
www.dirkivens.com | www.myspace.com/dirkivens

Funker Vogt
Dopo Xotox ecco la seconda band che ero in trepidante attesa di vedere finalmente dal vivo.
Come al solito o li ami o li odi... io li amo e ne ho avuto la conferma sebbene a detta di persone che hanno già avuto modo di testarne le capacità di live band la loro performance è stata abbastanza sottotono.
Cassa dritta, linearità ed un pizzico di cafonaggine che non guasta mai sono stati una formula vincente.
Si apre con "City of Darkness" per poi tornare subito a "Gunman", in una scaletta che ha cercato di soddisfare un pò tutti nonostante il breve tempo a disposizione.
Gli altri brani sono stati "Fallen Hero", "Thanatophobia", "Date of Expiration", "Maschine Zeit", "Child Soldier" e la chiusura lasciata a "Killing Fields" e "Tragic Hero".
Come dicevo il pubblico si è diviso in maniera abbastanza netta vedendo da una parte curiosi ed annoiati e dall'altra dei pazzi scatenati che saltavano ed urlavano come ossessi... io ho orgogliosamente fatto parte della seconda categoria!
Setlist: City of Darkness, Gunman, Thanatophobia, Fallen Hero, Date of Expiration, Maschine Zeit, Child Soldier, Killing Fields, Tragic Hero
image image image image image image image
www.funkervogt.de | www.myspace.com/funkervogt

Spetsnaz
Poche volte mi è capitato di cambiare opinione così radicalmente su una band così come ho fatto per gli Spetsnaz.
Sono passati nei miei gusti dall'essere un banale ed inutile clone a quanto di meglio offra la nuova scena old school ebm, senza mezze misure.
Avevo una gran voglia di rivederli dopo il concerto di Milano che era stato un pò lo spartiacque che mi aveva fatto ricredere sul loro spessore e dopo averli rivisti non posso fare altro che confermare il loro grande valore di live band.
La partenza immediata senza intro e fronzoli vari con "On the Edge" seguita subito da "Reign of Wolves" mi ha lasciato senza fiato costringendomi a vedere il concerto un pò spostato dal centro del palco in cui si era creato un pogo immenso con energumeni vari.
Non c'è stato un solo pezzo che avrei voluto sentire e non hanno suonato, da "Hardcore Hooligans" a "That Perfect Body", "Apathy", "Kindred", la vecchia "Grand Design" ed anche un brano nuovo, molto carico e coinvolgente.
Carico e coinvolgente come è stato tutto il loro concerto, basato tutto quanto su pochi suoni, un impatto visivo inesistente ma con un groove micidiale che rendeva impossibile stare fermi.
Promossi senza riserve, uno dei migliori concerti del festival!
image
www.spetsnaz.se | www.myspace.com/spetsnazebm

Winterkälte
Winterkälte è stato per me (e anche per molti altri) la vera sorpresa di tutto il festival.
Bene o male delle altre bands mi ero già fatto un'idea su cosa potermi aspettare ma Winterkälte l'avevo tenuto un pò come "riempitivo", insomma un concerto di un artista che sul disco alterna dei nuovi pezzi ad altri più noiosi, da seguire tranquillo quasi più per curiosità che per reale interesse.
Ecco, se questa curiosità non l'avessi avuta ora mi starei mangiando le mani.
Assolutamente devastante, un assalto rumoroso ma sempre ballabilissimo al punto che ho lanciato via la borsa, mi sono ingozzato per finire la birra e mi sono scatenato come mai mi sarei aspettato di fare.
Il pubblico era estremamente coinvolto e tutti "noi" (intendo io e gli altri italiani/electroworldiani con me) ci scambiavamo cenni e sorrisi vari, felicissimi di essere in presenza di uno spettacolo simile.
Eccellente!
image image
www.winterkalte.net

Feindflug
Già visti anni fa a Londra in edizione "ridotta" (erano solo in tre sul palco, un palco minuscolo) ero curiosissimo di saggiare le loro nuove potenzialità live con la lineup allargata a (se non sbaglio) 7 elementi.
Molta, moltissima gente era lì per loro, il palazzetto era strapieno ed il caldo insostenibile.
Una lunga intro, le solite videoproiezioni (molto efficaci ed affascinati, per chi è interessato al genere) e si parte con "Roter Schnee" ed è una carneficina.
La gente impazzisce e balla violentemente sia sotto che lontano dal palco, loro da lì sopra si danno da fare con una sezione di percussioni che avvalora ogni singolo beat.
La chitarra appare magicamente dopo una decina di minuti, fin troppo invasiva al livello di volume in alcuni punti.
Classici come "Kalte Unschuld", "Kahle Bedrohung" e "Glaubenskrieg" si mischiano alle nuove "AK47" e all'acclamatissima "Truppenschau" in un incedere marziale ed incalzante brano dopo brano.
La delusione immensa arriva quando parte l'ultimo brano, e parlo ovviamente di "Stukas im Visier", e proprio sul più bello il concerto viene stroncato dalla pessima decisione degli organizzatori per cui a causa dei ritardi accumulati nel corso della giornata era il caso di lasciare spazio ai dj sets.
Un buonissimo concerto, non perfetto ma quasi.
Setlist: Roter Schnee, Albtraum, Gulag, Ignorant, Bluthandwerk, AK-47, Machtwechsel, Kalte Unschuld, Glaubenskrieg, Neue Sieger, Truppenschau, Stukas Im Visier
image
www.feindflug.info | www.myspace.com/feindflug

Front 242 (Report by MentalSiege)
Performance strabiliante per i padri dell'Electronic Body Music, un crescendo di frequenze sintetiche in simbiosi con proiezioni video al fulmicotone.
Il tutto accade davanti a un pubblico di 'grandi e piccini', forse il più numeroso e variegato in assoluto tra tutte le esibizioni del festival.
Eccezion fatta per "Tragedy For You", c'erano tutti i classici dei Front 242, da "Happiness" a "Body To Body" (in versione pseudo-jungle) fino alla più recente "Together", passando per "Crapage", "Moldavia" e "Welcome to Paradise".
Dopo 50 minuti di esibizione, il trio saluta tutti con una eccellente revisitazione di "Headhunter", giusta coronazione di un live che lascia gli spettatori soddisfatti e chiude alla grande la prima giornata del festival.
image
VIDEO: Together
www.front242.com | www.myspace.com/front242


Day 2: 22 luglio 2007

Portion Control
Ben stagionati e sacrificati dovendo suonare praticamente all'ora di pranzo, i Portion Control fanno un concerto discreto e sinceramente piuttosto tedioso.
Non sono un grande fan del progetto ma anche i loro estimatori che hanno deciso di rinunciare a qualche preziosa ora di sonno pur di vederli sono rimasti abbastanza delusi dalla loro performance.
Minimali e forse più adatti ad un tranquillo ascolto casalingo, i due appaiono un pò svogliati e per quanto ci sia un discreto pubblico a vederli, questo non sembra reagire ed in molti decidono di seguirli da lontano magari mangiando qualcosa con calma.
Io stesso ammetto di aver visto il concerto di questa storica band "per curriculum".
www.portion-control.net | www.myspace.com/porcon

Saltatio Mortis
Setlist: Salz der Erde, Falsche Freunde, Spielmannsschwur, Tritt ein, Keines Herren Knecht, Dunkler Engel, Licht und Schatten
www.saltatio-mortis.com | www.myspace.com/mittelalterpunk

Heimataerde
Altra band che ha diviso il pubblico radicalmente sono di certo gli Heimataerde.
Odiatissimi e considerati risibili da molti, secondo me hanno invece fatto uno spettacolo buono anche se, certo, bizzarro.
Cavalieri crociati, lance, spade e suonatori di flauti sporchi di "sangue" in viso si mischiavano ad un beat e a synth electro-industrial possenti e precisi, alternando pezzi davvero coivolgenti ad altri (quelli meno sostenuti a livello di bpm) più tediosi.
Con un pizzico di ironia e senza prenderli troppo sul serio, sono stati molto gradevoli e sono sicuramente una delle poche bands che mescola in maniera organica strumenti medievali a musica elettronica di buona qualità.
Setlist: Intro, Deus Lo Vult, Endlos, Moerder, Gib mir, Eins sein, Wiedergaenger, Lebloser Koerper, Morituri Salutant
image image image image image
www.heimataerde.de | www.myspace.com/heimataerde

Krypteria
Setlist: Sweet Revenge, Time to bring the pain, Get the hell out of my way, Out of tears, Scream, The Promise, Somebody save me, I can't breathe
www.krypteria.de | www.myspace.com/krypteria


Mesh
Senza dubbi uno dei concerti più emozionanti del festival.
Due tastiere, un nuovo batterista appena reclutato ed una voce eccellente.
Il concerto dei Mesh ha attirato davvero molta gente, giravano loro magliette in abbondanza (anche per me l'acquisto è stato inevitabile!) e mentre suonavano il pubblico ballava e cantava entusiasta.
La setlist è stata improntata per circa metà sui brani del nuovo album come "What Are You Scared Of", "Petrified" e "Crash" ma non ha scontentato i vecchi fans con "Leave You Nothing", "Firefly", l'ottima "Friends Like These" e la chicca "Fragile" ovvero il loro primo singolo.
Lo spettacolo, quasi perfetto è stato però segnato da un paio di inconvenienti ovvero il batterista che per i primi 30 secondi buoni del primo pezzo ha suonato in controtempo (l'effetto era pessimo, lo potete immaginare!) e soprattutto il fatto che nell'attesissima "Crash" dopo neanche un minuto le tastiere siano completamente sparite, lasciando funzionanti 3 microfoni e la batteria... fortunatamente la band non si è fatta intimidire ed dopo uno smarrimento (e varie imprecazioni, penso) iniziale ha pensato bene di continuare come se nulla fosse facendosi aiutare dal pubblico, incitandolo a cantare e a battere le mani. Il risultato è andato ogni ragiovevole aspettativa.
Bravissimi! Assolutamente da rivedere, magari come headliners!
Setlist: Firefly, What are you scared of, Petrified, My hands are tied, Fragile, Leave you nothing, Friends like these, Crash, From this Height
image image image image image image image image image image image image image image image
www.mesh.co.uk | www.myspace.com/meshwecollide

Down Below
Setlist: Intro, Sinfony23, From the highest point, Private soul security, Lovely places, Down below, Heal, Run away, On my way, Dark queen, Angel
www.downbelow.de | www.myspace.com/thatsdb

Samsas Traum (Report by Frozen Memories)
La band di Alexander Kaschte torna a grande richiesta in quel di Colonia anche quest'anno, elargendo al sobbalzante pubblico 40 minuti di sincero, trascinante e diretto gothic metal contaminato dal loro classico trademark folkeggiante.
Vengono snocciolati anthem su anthem, cantati a squarciagola dalla folla sobbalzante e resi decisamente suggestivi anche grazie all'atmosfera tardo pomeridiana che si respirava nell'etere, tra folate di vento e caleidoscopici giochi di luce ed ombra.
Il combo austriaco si muove con aplomb sul palco,Daniel Schröder al sassofono evoca suites e sarabande ipnotiche mentre le tastiere di Acid Loverboy tessono e intrecciano tappeti mantrici ove una possente chitarra in primo piano cesella l'aurea atmosfera di cupo presagio.
Il frontman Kaschte splende sul palco, si infervora dolcemente, un climax ascendente che esploderà in pura adrenalina con tanto di head-banging metalhead addicted.
Look scarno, t-shirt provocatoria - Kill all Artists- sa esattamente calibrare, parole, pensieri e movimenti, lancia verso il pubblico con gioia asciugamani, bottigliette d'acqua e, a fine concerto, un paio di magliette della band.
Voglio spezzare una lancia a favore dei ST: non sono la classica band che tira in Germania [ perchè sì, in Germania si ascoltano TUTTO, lo sappiamo ], non propongono nemmeno sonorità troppo originali, se vogliamo, ma meritano tutta la stima che un gruppo underground valido dovrebbe possedere.
Setlist: Tineoidea, Einer gegen alle, Für immer, Bis an das Ende der Zeit, Endstation Eden, Stromausfall im Herzspital, Die Zärtlichkeit der Verdammten, K. Haos-Prinz und Wind-Prinzessin, Ein Fötus wie Du, Kugel im Gesicht
www.utopia-ist-ueberall.de | www.myspace.com/samsastraum

Untoten
Setlist: Garten /Vorspiel, Die Jagd, Raubtieraugen, Die Gruft, Koste das Blut, Die out by the Sea (unplugged), Wach auf!, Hexenfieber, Flammen der Liebe, Herz der Finsternis, Des Raben Flug (unplugged)
www.untoten.com | www.myspace.com/untoten

Frontline Assembly
So che quello che sto per dire su questa storica e fondamentale band farà storcere il naso a molti ma per me i FLA sono stati la più grossa delusione di tutto il festival.
E questo non vuol dire ovviamente "il peggior concerto" però avevo grosse aspettative da loro, che sono state in gran parte deluse.
Una batteria (suonata egregiamente) che sostituiva completamente i beats elettronici ed una chitarra (suonata in maniera altrettanto valida) che sostituiva in gran parte i synth hanno fatto sì che anche i vecchi classici, "Plasticity" su tutte, risultassero quasi irriconoscibili talmente sono state rimanipolate.
Bill Leeb era relegato in un ruolo quasi marginale lasciando tutto l'entusiasmo, la presenza in primo piano e pure gli annunci dei vari brani ai "ragazzini" nuovi arrivati nella band.
Insomma il risultato non è stato obiettivamente male, solo non ho digerito che quelli fossero i FLA e non un'altra qualsiasi band electro-metal.
Setlist: Vigilante, Liquid Separation, Internal Combustion, Millennium, Unleashed, Plasticity, Mindphaser
image image image image image image image image
www.mindphaser.com | www.myspace.com/thefrontlineassembly

Zeromancer
A proposito di buone bands electro-metal, ho pensato di cogliere l'ora e mezza che sarebbe intercorsa tra i Frontline Assembly e gli Apoptygma Berzerk per rientrare nella location al chiuso e rivedermi gli Zeromancer.
Da quando li vidi ormai 5 anni fa di supporto ai The Kovenant la band è maturata moltissimo e se già prima ostentava un'ottima sicurezza on stage, ora ne sono veramente padroni ed il cantante in particolare da quando sbuca fuori a quando se ne va risulta essere una vera calamita nei confronti degli sguardi degli spettatori.
Oltre all'ottimo frontman, anche il resto della band si dà da fare ed il pubblico apprezza molto, cantando e saltando sia sui nuovi brani che sui vecchi pezzi "storici" come "Need you like a Drug" (con cui aprono il concerto), "Clone your Lover" e la famosissima "Doctor Online".
Di certo una band che poco c'entrava con le altre di cui ho parlavo visto che la loro componente elettronica era davvero inesistente ma un concerto del genere, ruffiano senza risultare stucchevole, è sicuramente da apprezzare.
Setlist: Need you like a Drug, Chrome Bitch, Doppelganger I love you, Imaginary Friends, Cupola, Clone your Lover, Stop, I’m yours to lose, Doctor Online, Fade to Black
image
www.zeromancer.com | www.myspace.com/erotic_saints

Subway to Sally
Setlist: Das Rätsel II, Kleid aus Rosen, Henkersbraut, Der Hofnarr, Sieben, Eisblumen, Feuerland, Mephisto, Ohne Liebe, Carrickfergus, Julia und die Räuber
www.subwaytosally.de | www.myspace.com/subwaytosally

Dreadful Shadows
Setlist: Intro + Futility, New Day, Drowning Sun, Dead Can Wait, A Sea Of Tears, Dusk, Chains, Burning the Shrouds, Desolated Home, Craving, The Figures of Disguise, True Faith (Cover Version), Beyond The Maze, Condemnation, Twist in my Sobriety (Cover Version)
www.dreadful-shadows.de

Apoptygma Berzerk
Dopo la delusione ricevuta dai FLA, temevo un effetto simile anche dagli APB.
Inutile dire che i miei timori sono svaniti dopo mezzo secondo quando alla fine della intro partono le note di "Starsign", un inizio che convince appieno e fa sperare benissimo.
Stephan sembra in gran forma e più di tutti gli altri (comunque molto presenti ed attivi) correrà per il palco instancabilmente fino alla fine del concerto.
I brani nuovi sono solo tre ed anch'essi hanno una resa ottima, in particolare il singolo "In This Together", ma anche la cover "Shine On" e "You Keep Me From Breaking Apart" fanno una buona figura.
Il resto della scaletta è stata dedicata interamente ai classici della band con la sola esclusione di "Bitch", che alcuni (io per primo) si sarebbero aspettati magari in chiusura.
Ma non c'è da lamentarsi neanche lontanamente perchè gli Apoptygma Berzerk, lungi dal dimenticarsi il loro passato (soprattutto in un contesto "gotico" come l'Amphi Festival!), hanno suonato "Deep Red", "Eclipse", "Burning Heretics", "Non-Stop Violence", "Until The End Of The World", "Love Never Dies" fino alla conclusiva "Mourn (Mesh Remix)", suonata appunto in duetto con il cantante dei Mesh.
Un concerto grandioso!
Setlist: Intro, Starsign, You Keep Me From Breaking Apart, Deep Red, In This Together, Burning Heretic, Eclipse, Shine On, Until The End of The World, Non-Stop Violence, Love Never Dies, Mourn (Mesh remix)
image image image image image image image image image image image image image image image image image image image image image
www.apoptygma-berzerk.com | www.myspace.com/apoptygmaberzerk

Edited by +Luca+ - 7/8/2007, 15:08

Find Luca EW on:
Website | Facebook | MixCloud

Find ElectroWorld on:
Facebook

jpg
 
PM Email Web  Top
Frozen_memories
view post Posted on 24/7/2007, 00:00           Quote




A breve, impressioni, commenti, divagazioni, chicche e quant'altro sull'esperienza mistica targata Amphi Festival :sisi:


Adesso me ne vado addormì .
[vaca remix]
 
Top
view post Posted on 24/7/2007, 00:06           Quote
Avatar


Group:
Administrator
Posts:
21,474
Reputation:
+67
Location:
Novara / Milano

Status:


Ovviamente nel report mi sono attenuto al lato strettamente musicale, la valanga di stronzate che abbiamo combinato (ed alcune sono documentate anche in video) arriveranno presto.

ONLY KARTOFFELN (für Alle)! :lol: :lol: :lol:

Find Luca EW on:
Website | Facebook | MixCloud

Find ElectroWorld on:
Facebook

jpg
 
PM Email Web  Top
[prxs]
view post Posted on 24/7/2007, 00:07           Quote




CITAZIONE (+Luca+ @ 24/7/2007, 00:06)
Ovviamente nel report mi sono attenuto al lato strettamente musicale, la valanga di stronzate che abbiamo combinato (ed alcune sono documentate anche in video) arriveranno presto.

ONLY KARTOFFELN (für Alle)! :lol: :lol: :lol:

.... ed io quelle stavo aspettando! :lol:
 
Top
view post Posted on 24/7/2007, 00:34           Quote
Avatar

[ RE-L124C41+ ]

Group:
Member
Posts:
5,635
Reputation:
0
Location:
from the middle of nowhere

Status:


Ottimo mini report Luca. Permettimi però di dire la mia su un paio di gruppi che hai citato...

CITAZIONE (+Luca+ @ 23/7/2007, 23:35)
Funker Vogt
[...] Come dicevo il pubblico si è diviso in maniera abbastanza netta vedendo da una parte curiosi ed annoiati e dall'altra dei pazzi scatenati che saltavano ed urlavano come ossessi... io ho orgogliosamente fatto parte della seconda categoria!

Beh, cazzo. I Funker Vogt sono un must e non ci son cazzi che tengano. Li ho visti alcuni anni fà quando vennero a suonare in Italia ed il loro set è sempre stato emozionante dall'inizio fino alla fine. Anche in quell'occasione hanno proposto tutti i loro maggiori successi tra i quali ricordo Subspace, Gunman, History, Killing Fields ed anche Tragic Hero. Rammento inoltre di aver trascorso l'intera giornata seguente col magone non riuscendo ancora a credere di aver potuto assistere ad un loro concerto e di cosi tanta carica.
Eccezionali ed indimenticabili. :sisi:
CITAZIONE
Winterkälte
Winterkälte è stato per me (e anche per molti altri) la vera sorpresa di tutto il festival.
Bene o male delle altre bands mi ero già fatto un'idea su cosa potermi aspettare ma Winterkälte l'avevo tenuto un pò come "riempitivo", insomma un concerto di un artista che sul disco alterna dei nuovi pezzi ad altri più noiosi, da seguire tranquillo quasi più per curiosità che per reale interesse [...]

Stesso discorso che ho fatto per i FV vale anche x i Winterkälte. Li ho visti ad Aprile al Forms Of Hands e anche in quell'occasione sono stati mitici. Un concerto il loro unico e devastante sebbene non molto lungo (purtroppo). E' stato davvero difficile riuscire a tenere fermo il culo durante la loro esibizione e anche li di gente che ballava sotto il palco ce n'era davvero parecchia.
Ma davvero c'era tra voi qualcuno che si aspettava da loro un live moscio e tranquillo? :huh:
Maddai... :lol:

P.S.: Mi aggrego anch'io a [prxs] ora e resto in attesa del resto del report e soprattutto delle kartoffeln e stronzate varie. :)

[ MAYBE I'M RIGHT & THE WORLD IS WRONG ]


image
















image
















image















image















image















image















image















image
















image

 
PM Email  Top
MentalSiege
view post Posted on 24/7/2007, 00:46           Quote




e Kartoffeln siano per tutti!
Carne de Vaca mit PAPPA! (ma poi abbiamo ripiegato sul pollo, dopo un bellissimo disegnino fattoci dal menu umano in spagnolo, un tavolo 3d di quelli che nemmeno con autocad riesci a fare...)

Intanto ecco qui un po' di foto:

FUNKER VOGT

image

image

image

image

image

image

image


HEIMATAERDE
(o come qualcuno li ha giustamente definiti, i tamarri medievali)

image

image

image


WINTERKÄLTE

image


XOTOX

image


ZEROMANCER

image


FRONT 242

image

di questi ultimi ci sono anche un paio di videoclip, tempo di encodarli e posto tutto.

A breve anche FRONTLINE ASSEMBLY, MESH e APOP.
 
Top
MentalSiege
view post Posted on 24/7/2007, 01:45           Quote




Ancora foto:

FRONT LINE ASSEMBLY

image

image

image

image

image

image

image

image

la line-up era la seguente:
Bill Leeb - vocals. keys
Chris Peterson - keyboards
Jeremy Inkel - keyboards
Jared Slingerland - guitar, percussions negli ultimi 2 brani
Adrian White - drums (er mejo de tutti in questa performance)


e i video di FRONT 242:

www.cyber-punk.it/amphi/front242.zip

Edited by MentalSiege - 24/7/2007, 13:24
 
PM  Top
CryonicHeat
view post Posted on 24/7/2007, 10:05           Quote




Non ho ancora avuto il tempo di scaricare le immagini tra foto e filmati vari, sono rientrata con un raffreddore memorabile, la ho ancora il sorriso stampato nel viso.
Ringrazio gi amici ritrovati e quelli che ho conosciuto in quest'occasione. Per quanto mi riguarda è stato un weekend memorabile, era da tempo che non stavo così bene. Musica stupenda, atmosfera da sogno, sole, vento, ballare fino al mattino. Anche se sono dovuta ripartire presto sono stata davvero bene, rientrata stanca morta ma carica di energia positiva. Evento breve ma intenso abbastanza da farmi dimenticare di tutto il resto. Peccato per la serata finale.

Per me le sorpresa più grande sono stati i Winterkälte, per i quali ho finito di bere in tempo record e mi sono data alle danze. Ottimi anche Funker Vogt, PAL, Spetsnaz, indimenticabili Feindflug e i dolori accusati giorno dopo dato che NESSUNO è riuscito a stare fermo! :lol: Heimaterde davvero uno spettacolo carino. Ottimi anche i Mesh.
Prometto di postare le mie foto prestissimo...

Un bacio ai compagni di avventura e mi scuso ancora per essere dovuta fuggire per prendere il treno.

Ciao!
 
Top
MentalSiege
view post Posted on 24/7/2007, 11:17           Quote




MESH

image

image

image

image

image

image

image

image

image

image

image

image

image

image

image
 
PM  Top
m4ruk0
view post Posted on 24/7/2007, 11:56           Quote




hmm. ma che ci stava a fare Solange :blink: sul palco con i giovani FrontLineAssembly?
 
Top
view post Posted on 24/7/2007, 12:02           Quote
Avatar


rockstar sintetica con fibbia col teschio di muflone

Group:
Moderator
Posts:
2,720
Reputation:
0
Location:
Parma

Status:


uhmmm già, nelle foto non vedo né Fulber nè Inkel...

theMaze [ BLANK ] facebook | myspace
image
 
PM Email Web Contacts  Top
[azrael]
view post Posted on 24/7/2007, 12:03           Quote




Fulber non stava sul palco a Londra, ma faceva da monitor engineer
Inkel s'è tagliato i capelli corti e c'ha gli occhiali, ma sta sempre al posto suo.
 
Top
°º¤ilðri-Å.¤º°
view post Posted on 24/7/2007, 12:04           Quote




Fantastico... :sbav:

adesso so ancora meglio cosa aspettarmi tra un paio di giorni a Waregem, o meglio, per quei gruppi che voi avete visto a colonia e che saranno anche là. Più che altro, sono curiosa di leggere le vostre opinioni sui Front 242... :sisi:

Curioso il report sui FLA. il concerto dell'anno scorso alla Scala di Londra era stato a dir poco impeccabile, Bill Leeb sembrava appena uscito da letto ma non so quanto coinvolgimento a livello visivo o presenza scenica ci si potesse aspettare con tutto il rispetto per una band che adoro.

Bill Leeb e Rhys Fulber erano relegati in un ruolo quasi marginale, lasciando tutto l'entusiasmo, la presenza in primo piano e pure gli annunci dei vari brani ai "ragazzini" nuovi arrivati nella band.

Chissà, forse è il nuovo che rimpiazza il vecchio... pur mantenendo Leeb e Fulber lì tanto per ricordarci che sono i FLA che stanno sul palco.. :huh:
XOXO
 
Top
view post Posted on 24/7/2007, 12:08           Quote
Avatar


rockstar sintetica con fibbia col teschio di muflone

Group:
Moderator
Posts:
2,720
Reputation:
0
Location:
Parma

Status:


CITAZIONE ([azrael] @ 24/7/2007, 12:03)
Fulber non stava sul palco a Londra, ma faceva da monitor engineer
Inkel s'è tagliato i capelli corti e c'ha gli occhiali, ma sta sempre al posto suo.

ah ecco :)

theMaze [ BLANK ] facebook | myspace
image
 
PM Email Web Contacts  Top
view post Posted on 24/7/2007, 12:42           Quote
Avatar

[ RE-L124C41+ ]

Group:
Member
Posts:
5,635
Reputation:
0
Location:
from the middle of nowhere

Status:


Ma del nuovo chitarrista dei Funker Vogt non ne parla nessuno?
Com'è rispetto al precedente? Sul palco, fa casino o rimane praticamente immobile come il suo predecessore?
Poi, del nuovo album, a parte "City of Darkness" e "Thanatophobia", quali altre canzoni hanno suonato?
Ed i concerti di UNHEILIG, SONAR ed EMILIE AUTUMN come sono stati?
Minchia... possibile che abbiate davvero preferito a loro quei cazzoni degli HEIMATÆRDE e degli SPETSNAZ? :huh: :D :D

[ MAYBE I'M RIGHT & THE WORLD IS WRONG ]


image
















image
















image















image















image















image















image















image
















image

 
PM Email  Top
46 replies since 23/7/2007, 23:35
 
Reply